top of page

Seven di Jungkook (feat. Latto) e l’anatomia di un’autentica hit virale

Da quando i BTS hanno intrapreso il viaggio del Capitolo Due, abbiamo notato quanto siano diverse le loro preferenze individuali. Queste non si vedono solo dai progetti che portano avanti o dalla musica che rilasciano, ma anche da come decidono di promuovere le loro canzoni: dai concerti nelle piccole sale poco pretenziose e i music show alle performance ai grandi festival e i tour che abbracciano più mesi.


Nonostante questi approcci differenti, non si può negare che ogni canzone o album che i membri rilasciano abbia avuto successo. Una delle uscite da solista più acclamata è Seven di Jungkook (feat. Latto). Al 22 agosto, è per la quinta settimana in cima alle classifiche Billboard Global. Ad ora è la canzone di un artista asiatico che più a lungo sta occupando la posizione numero 1 della Billboard Global 200, sorpassando Dynamite dei BTS. È anche la traccia perfetta da studiare quando si prova a rispondere alla domanda “Cosa rende le canzoni dei BTS, da solisti o in gruppo, così orecchiabili e durature?”.


Ovviamente, per molti, la risposta è ovvia: i BTS fanno sempre buona musica. E hanno anche il supporto incondizionato degli ARMY, che capiscono e apprezzano l’intenzione dietro al modo in cui ogni membro decide di promuovere le nuove uscite. 


Promozioni tradizionali


Jungkook ha seguito lo stesso percorso di promozione che hanno seguito gli altri membri quando hanno pubblicato i loro singoli e album. Si è esibito e ha concesso interviste per programmi americani e britannici, oltre che apparire ai music show in Corea del Sud. Ha anche partecipato ad alcuni listening party e si è persino presentato per un cameo al concerto “D-Day” di SUGA. Tuttavia, ci sono alcuni passi che Jungkook ha mosso - intenzionalmente o meno - per promuovere Seven, che sicuramente hanno aiutato la longevità della canzone. 


Marketing da guerriglia


Poco dopo che Seven è stata annunciata, gli ARMY hanno notato i poster promozionali nelle maggiori città del mondo, fra cui Bangkok, Parigi, San Francisco, Dallas e Chicago. Questi poster hanno un’energia discreta ma intrigante. Uno mostra Jungkook che si copre il viso con le mani, mentre gli altri mostrano dei vestiti appoggiati con cura su una sedia. Il titolo della canzone e il nome di Jungkook sui poster indicano chiaramente il fatto che siano promozionali, tuttavia, agli occhi dei passanti, poster da guerriglia come questi possono essere accattivanti e rimanere impressi a lungo. 


Promozioni molto personali


Dalle sue lunghe live su Weverse, in cui svolge piccole attività quotidiane come cucinare o piegare la biancheria pulita, non è un segreto che Jungkook ami passare il tempo con gli ARMY. Forse senza volerlo, ciò ha anche aiutato a creare anticipazione per Seven sin dall'inizio. In una live di quasi due ore, accenna casualmente alla canzone mentre si allena. È un approccio discreto per far sì che gli ARMY sappiano, soprattutto chi non ha ancora visto l’annuncio, che sta per pubblicare una canzone nuova. Ciò dà anche un tocco personale all’uscita, come se un amico ricordasse ad ogni ARMY che sta arrivando qualcosa di nuovo e deve darci un’occhiata. 


TikTok 


E poi, ovviamente, c’è TikTok. L'app ha sicuramente ridefinito ciò che serve per diventare virali. Degli studi hanno mostrato che c’è un link diretto fra la classifica delle Top 200 di TikTok e grandi numeri di stream. In generale, ciò ha a che vedere con l’Artist Generated Content (AGC, ‘Contenuto generato dall’artista’), che significa che gli artisti che pubblicano da soli i propri contenuti hanno più possibilità di diventare virali. 


La cosa interessante, tuttavia, è che Seven (Clean ver.) è stata usata in 1,3 milioni di video TikTok, e Jungkook quasi non ha dovuto postare alcun contenuto. Il primo agosto ha per sbaglio rivelato il suo account TikTok personale quando ha condiviso la dance challenge per Seven degli Enhypen. Poi ha confermato che l’account era effettivamente il suo e, come c’era da aspettarsi, i follower sono lievitati. Ad oggi, nonostante abbia più di 10 milioni di follower su TikTok, ha pubblicato solamente un unico video. 


Infatti, invece che postare TikTok, Jungkook mette like e commenta ai video di chi partecipa alla challenge di Seven, oltre che ad altri video random, soprattutto ai meme che riguardano lui e i membri dei BTS. Questo incoraggia gli utenti dell’app a partecipare alla challenge o a usare la canzone per i propri video, dato che vedono che l’artista stesso nota e apprezza i loro contenuti. Invece che forzare la popolarità, ciò che è stato un post accidentale sull’account di Jungkook ha contribuito a fare di Seven una hit autentica e duratura. 


Uno dei pilastri del successo dei BTS è il legame genuino che hanno costruito e coltivato con gli ARMY. La profondità dell’amore e l’ammirazione sono evidenti nella loro vitalità. Come Seven e le altre pubblicazioni dei membri del gruppo, tutto ciò che serve sono il loro duro lavoro, la sincerità e la fiducia incrollabile negli ARMY. Tutto il resto, dalle vendite, agli stream e al successo travolgente, viene da sé.


Scritto da: Whoopi

Editato da: Sanam

Design a cura di: ThornToHisRose

Tradotto da: Eleonora

Traduzione editata da: adeat e silvana


ARMY Magazine non possiede nessuna delle foto e dei video condivisi nel nostro blog. Non intendiamo violarne il copyright.


bottom of page