top of page

UNA PROFONDA ANALISI DAL PUNTO DI VISTA DEL FANDOM:RECENSIONE DEL LIBRO "BTS AND ARMY CULTURE"

Garzanti definisce il fandom come una "comunità di persone che condividono un interesse per un fenomeno culturale". Gli ARMY sono una comunità e il loro fenomeno culturale sono i BTS.


Nel libro "BTS and ARMY Culture" la Dr.ssa Jeeheng Lee esplora la relazione tra i BTS e i loro fan, l'evoluzione che entrambi hanno avuto nel corso degli anni e l'impatto della loro fama nel mondo.



L'Obiettivo


Messe l'una di fianco all'altra, le due parole BTS e ARMY contano sette lettere; i BTS sono formati da sette membri che, dal loro debutto ad ora, hanno passato sette anni insieme come gruppo. Essendo costituito di sette capitoli, questo libro risulta immediatamente pertinente per molti ARMY. Non solo è stato scritto da un'ARMY, adottando il punto di vista del fandom, ma è stato creato con l'intenzione di fornire un "lavoro di critica per i lettori comuni, scritto da un' Aca-Fan* (docente e fan) che permette al suo amore di risplendere".

*["Aca" da "academic" ndt]


In questo suggestivo libro, la Dr.ssa Lee fa uso di prospettiva ed empatia per convincere il lettore a considerare l'influenza dei BTS e degli ARMY nella musica mainstream. In 230 pagine, incoraggia a comprendere meglio come e perché i BTS siano diventati un fenomeno di tale portata nell'industria musicale.



Somiglianze e differenze nel K-Pop


Fin dall'inizio, il lettore è guidato attraverso le riflessioni dell'autrice, elaborate su fatti verificati riguardo il K-Pop. Vengono spiegate le analogie e differenze tra gli ARMY e gli altri fandom, e tra i BTS e gli altri gruppi K-pop. Naturalmente, i BTS rispettano la maggior parte degli standard dell'industria K-Pop: sono stati scelti e formati, vivono per soddisfare il proprio fandom attraverso un elaborato sistema di fan service e dipendono molto dalle votazioni dei consumatori [durante gli show musicali]. Eppure, essendo stati incoraggiati fin dall'inizio a scrivere i testi delle loro canzoni e a riflettere sui propri errori (come misoginia e appropriazione culturale), i BTS sono stati in grado di allontanarsi da diversi altri standard del K-pop. Un'altra differenza notevole è che hanno dovuto produrre i loro stessi contenuti, come i Bangtan Logs, perché "a differenza degli idol provenienti da agenzie più grandi, i BTS hanno avuto ben poche opportunità di apparire nelle trasmissioni".


La Dr.ssa Lee ricorda anche la necessità da parte dei BTS di soddisfare l'enorme parte internazionale della loro fanbase, il cui approccio alla musica, e al K-pop nello specifico, è diverso da quello della controparte coreana.



La complicata relazione tra gli ARMY


Persone di qualunque generazione, cultura e identità di genere possono sentirsi vicini ai BTS, ragion per cui ci sono centinaia di tipologie di ARMY. Se da una parte il fandom degli ARMY è unito, la sua forte diversità ha portato dei difetti in passato. Nel capitolo "Fandom of Diversity", la Dr.ssa Lee afferma che: "(Gli ARMY) sono convinti che la tolleranza e l'inclusività siano il pregio migliore del fandom degli ARMY". Possiamo tutti concordare che questi pregi sono presenti. Nonostante l'inclusività dei BTS, gli ARMY di colore e quelli coreani si sono trovati a discutere ad esempio riguardo dei commenti razzisti, mettendo in luce l'ignoranza del background culturale gli uni degli altri. L'autrice sottolinea però che "all'apice del problema del razzismo, gli ARMY non si sono voltati le spalle a vicenda, ma hanno creato delle chat di gruppo così che entrambe le parti potessero condurre una conversazione e argomentare in modo equo e giusto". I BTS ispirano il proprio fandom all'auto-riflessione, ma l'analisi della Dr.ssa Lee evita elegantemente qualunque indulgenza nello spiegarlo.



Definire il forte legame tra BTS e ARMY


Gli ARMY hanno sempre usato i social media come il loro posto preferito per promuovere i BTS ed "aiutare il gruppo a raggiungere un pubblico più vasto". Hanno diffuso con successo pratiche come votare per le premiazioni e mandare degli hashtag in tendenza, e hanno creato una comunicazione mondiale in tempo reale. Gli stessi BTS hanno utilizzato di frequente i social media per condividere il loro amore per gli ARMY. Ciononostante, i social sono anche il luogo in cui sia i BTS che gli ARMY hanno ricevuto, nel corso degli anni, migliaia di commenti pieni di cattiveria e odio da parte di altri fandom. Gli ARMY hanno continuato incessantemente a "cercare compromessi e negoziare con i mass media che hanno potere culturale" per conquistare almeno l'accettazione, in assenza di un significativo riconoscimento. Per questo, i due capitoli "Started from the bottom of K-pop" e "ARMY, the best promoter" impostano un approccio sociologico alla "cultura fandom". Descrivono nel dettaglio le difficoltà e frustrazioni dell'essere un ARMY, inclusa la delusione dell'essere costantemente presi di mira da altri fandom e media. Raccontano inoltre di come i BTS e gli ARMY ci siano sempre stati gli uni per gli altri, e le ragioni per cui gli ARMY proteggono i BTS e combattono perché [il loro valore] venga riconosciuto.



Impatto culturale e apertura delle barriere


Quando viene chiesto agli ARMY la ragione per cui amano i BTS pur non comprendendo i loro testi, la risposta più frequente è che, grazie ai BTS, trovano il modo di amare sé stessi e di fronteggiare una vita ordinaria e opprimente. Nel capitolo "Behind the language barrier", l'autrice esplora ciò che viene da lei definito un "linguaggio occidentalocentrico". Con l'enorme richiesta e affidamento che si fa sui traduttori che forniscono traduzioni in inglese di contenuti dei BTS in coreano, è stata sovvertita la consolidata circostanza in cui le persone che non parlano inglese occupano una posizione culturale inferiore. La Dr.ssa Lee riconosce che "essere un fan internazionale dei BTS comporta lunghe attese, frustrazione, e lo sconvolgimento del normale stile di vita". Tuttavia, questo ha acceso un nuovo interesse nei fan, il che ha creato un enorme impatto sulla carriera internazionale dei BTS. I fan internazionali hanno cominciato ad imparare il coreano per poter comunicare coi BTS e, di conseguenza, si sono aperti alla comprensione di culture diverse. Questa realizzazione è stata tangibile anche tra gli ARMY coreani: quelli che erano inizialmente riluttanti a condividere il loro gruppo con gli occidentali, hanno finito con l'accettare la fama mondiale dei BTS come fonte di grande orgoglio per la Corea.



E per quanto riguarda i lettori non-ARMY?


Grazie a questo libro, gli ARMY possono ridefinirsi e riflettere sul proprio impatto come fan dei BTS. Tuttavia, uno dei molti pregi di "BTS and ARMY Culture" è la sua accessibilità a chiunque sia interessato ai BTS e/o agli ARMY.


A dirla tutta, quelli a beneficiare maggiormente della lettura di questo libro potrebbero essere proprio i lettori esterni al fandom.


Naturalmente è facile pensare che l'autrice, essendo lei stessa un'ARMY, abbia tirato l'acqua al suo mulino. Al contrario, leggere questo libro ti libera da pregiudizi riguardo i fandom, il K-pop e le boy band. Dona a tutti l'opportunità di comprendere "la scena musicale mainstream" e l'impatto culturale dei fandom nella nostra società moderna.



Scritto da: Hel.B

Editato da: Sanam

Design a cura di: Judy

Tradotto da: Nas

Traduzione editata da: Jess93 e Monica



ARMY Magazine non possiede nessuna delle foto e dei video condivisi nel nostro blog. Non intendiamo violarne il copyright.


コメント


bottom of page