Our Recent Posts

Archive

Tags

  • ARMY MAGAZINE

UNA NUOVA ERA HA INIZIO: ANALISI DELL'ALBUM BE

Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando sentite parlare del nuovo album dei BTS, BE? A noi piace definirlo la nostra "casa". Da tempo sapevamo che sarebbe stato un album prodotto dagli stessi BTS e ora che è stato rilasciato, diamo un'occhiata più da vicino a questo capolavoro… 가자!


A inizio aprile, i BTS hanno iniziato il processo di produzione di BE e hanno tenuto delle livestream su YouTube per condividere alcune informazioni importanti con noi. Ciascun membro ha preso parte a quasi ogni singolo aspetto della produzione dell'album: dalla musica al design, fino alla regia del video musicale. RM ha lavorato al design, Jimin era il responsabile A&R [*manager del progetto musicale], V era il manager del visual, mentre j-hope, SUGA, Jin e Jungkook erano i coordinatori della produzione. E Jungkook era anche il regista del video musicale. Già dalla distribuzione dei ruoli potevamo immaginare quanto sarebbe stato speciale questo album, in quanto i BTS si sono divisi il lavoro in base a ciò che sanno fare meglio o ciò in cui vogliono migliorare.


Jimin, che desiderava essere più coinvolto nella produzione musicale, ha spiegato in cosa consiste il suo ruolo, ovvero discutere con i membri il tipo di musica che desideravano includere nell'album. I BTS hanno concordato che BE avrebbe dovuto rispecchiare le loro e le nostre vite quotidiane – quanto è stato difficile per ognuno di noi, anche se ognuno ha affrontato un dolore diverso – offrendo un antidoto allo stesso tempo. Così, Life Goes On è una cura adatta alla nostra nostalgia. In un'atmosfera positiva tinta di malinconia, i BTS ci dicono con dolcezza che qualsiasi cosa stia accadendo ora non è colpa nostra e che tutto migliorerà, eventualmente: "come un eco nella foresta, la vita [così come la conoscevamo] tornerà al suo posto". Jungkook era il regista principale del video musicale e l'influenza dei suoi "GCF" è ben visibile. Tra le scene che hanno commosso gli ARMY ci sono i BTS che si abbracciano l'un l'altro sul divano, Taehyung che guarda lo stadio esprimendo così la sua nostalgia per i concerti e Jin che chiudendo gli occhi ci porta alla scena finale: al centro del palco, i BTS cantano con le ARMY Bomb negli spalti vuoti a rappresentare i fan che non possono stare con loro.


La seconda canzone è Fly to My Room di Jimin, V, SUGA e j-hope che esprimono la loro impotenza durante questa pandemia, bloccati nella propria stanza ormai diventata il loro mondo. Con toni piuttosto pacati, il testo richiama in noi la sensazione familiare di trovarsi soli nella propria stanza. La canzone finisce per passare a Blue & Grey. Sulle note melodiose di una chitarra, con il rap lento e gli armonizzi che toccano il cuore, Blue & Grey doveva inizialmente far parte del mixtape – attualmente in corso di produzione – di V, ma il suo significato così profondo calzava a pennello con le tematiche di BE. In questa ballata pop, V ha incanalato la sensazione di solitudine e isolamento in un mondo che sembra perdere i suoi colori, "Vorrei solo essere più felice". Ma per quanto profonda, tanto da non poter vedere la luce, la canzone permette all'ascoltatore di ritrovare i propri colori.


L'album contiene anche Skit, registrazione della reazione genuina e umile dei BTS dopo aver ottenuto il posto #1 nella Billboard Hot 100 con Dynamite. Dopo aver promesso di continuare a fare musica per sempre, l'album continua con i sound più accesi di Telepathy, Dis-ease, Stay e Dynamite.


Un brano disco retro-pop frizzante, Telepathy ci incoraggia a immaginare tutte le cose che potremo goderci insieme non appena tutto tornerà alla normalità. Dis-ease, una traccia influenzata altamente dall' hip hop old school, riflette sul significato della parola disease, "malattia", sia nel senso di uno stato anormale (in riferimento alla pandemia) che di una sensazione di disagio, da cui deriva l'ingegnoso gioco di parole di j-hope che dà titolo alla canzone: "dis", prefisso e "ease", agio.


Stay è una traccia EDM moderna che parla del legame speciale che può esserci fra due persone. Possiamo presumere che questa canzone sia stata scritta pensando agli ARMY se prendiamo in considerazione il gioco di parole "We connect to 7G, it ain't the end of the world", ci connettiamo a 7G, non è la fine del mondo. Riferendosi così ai sette anni passati insieme, rassicurano i fan che una volta che sarà tutto finito, potremo incontrarci di nuovo.


Dynamite conclude l'album con una nota positiva, ricordandoci che i tempi duri non durano per sempre, ma le persone forti sì, se si ricordano di mettere su un po' di musica e ballare.


Per i visual dell'album, V e SUGA hanno lavorato sodo per mostrare i lati più autentici dei BTS. Il tema principale è catturare l'essenza dei membri in stanze personalizzate da loro, mentre fanno ciò che gli passa in mente. Il design dell'album è monocromatico e semplice, ma contiene mille significati. La tracklist è stata scritta a mano da ogni membro, e la copertina ha una parte del testo di Life Goes On, sempre scritta a mano.


Una delle cose che hanno colpito di più gli ARMY è stata la presenza di messaggi vocali dei ragazzi nelle concept photo. Questi fanno luce riguardo alcuni aspetti delle loro stanze, quali i colori scelti e l'oggetto che li rappresenta meglio. Sebbene piccoli, questi dettagli sono come un caldo abbraccio e ci fanno sentire onorati, come se i BTS ci avessero invitato a conoscerli meglio come persone, oltre quello che mostrano al pubblico.


In generale, BE è un'esperienza mai vissuta prima. Le nostre interpretazioni potrebbero essere diverse, ma una cosa è certa: ciò che i BTS provano per i loro ARMY è puro e genuino.

Se non avere ancora comprato l'album, potete ancora ordinarlo sul Weverse Shop!



Scritto da: Avi

Editato da: Ren

Design a cura di: Rei

Tradotto da: adeat

Traduzione editata da: Monica e Silvana


ARMY Magazine non possiede i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi su questo blog. Non intendiamo violarne il copyright.