Our Recent Posts

Archive

Tags

  • ARMY MAGAZINE

UN RECAP DI BREAK THE SILENCE - RIUNITI COME ANIME GEMELLE

I BTS hanno sempre mostrato agli ARMY degli scorci della loro vita. La docu-serie “Break the Silence” non fa eccezione. Ciò che essa fa è portare gli spettatori dietro le quinte delle vite di ogni membro, rivelando le loro aspettative e la loro ansia di fronte al loro primo tour mondiale negli stadi, mostrando come riescano a gestire il fatto di non essere sempre in grado di esibirsi al loro meglio, osservando il loro processo di scrittura e come affrontino la lotta dell’essere i BTS. Dovreste guardare “Break the Silence” per conoscere i BTS al di fuori delle loro esibizioni e del loro lo stile di vita da idol. È anche un ottimo modo per far fronte ai momenti difficili!

EP 1: “STILL GOING ON TOGETHER”


Nonostante i momenti siano difficili ed estenuanti… nessuno dei membri penserebbe che questo sia abbastanza… abbiamo molta ambizione.

~ Jimin, quando gli è stato chiesto se pensasse che i BTS avessero completato il loro viaggio.

I membri hanno rivelato le loro aspettative e la loro ansia prima di incontrare i fan ancora una volta. Le interviste hanno inizio con Hoseok che parla dall’alto dell’arena, guardandola riempirsi velocemente di tutti gli ARMY. Fa persino il gesto del cuore e ondeggia verso gli ARMY inconsapevoli sotto di lui. Parla degli artisti che prima di loro si sono esibiti in quel luogo, cosa che ha reso il momento molto più speciale per lui, come artista stesso. Per concludere, ha ricordato come aveva sempre sognato di esibirsi in un’arena del genere e di come sembrasse surreale aver realizzato il suo sogno.


Dopo il concerto, vediamo Taehyung e Jungkook andare in hotel nella stessa macchina quando Taehyung condivide una nuova canzone su cui ha lavorato. Col cantare della sua voce rassicurante, le parole sono bellissime e raccontano la storia della mancanza di un amato, “Penso di essermi innamorato di te al primo sguardo.”


La stessa notte, vediamo Jin prepararsi per andare a letto, bere dell’acqua, leggere un’intera pagina di un libro che ha comprato ed esercitarsi con il suo discorso per Osaka prima di addormentarsi.


Yoongi discute dell’inizio del 2018 e di come l’anno sia iniziato per il gruppo: “Il lavoro ti richiede di essere costantemente su delle montagne russe.”


Probabilmente in uno dei momenti più carini di questo episodio, troviamo Jungkook sgattaiolare in cerca di pollo fritto, mente il resto del gruppo mangia cibo coreano con altri membri dello staff. Una volta trovato il pollo, Jungkook torna nella sua stanza e inizia a guardare i vecchi video dei BTS e ad ascoltare le loro canzoni.


Per finire questo episodio, gli ARMY giapponesi fanno una serenata ai ragazzi con la loro prima canzone originale in giapponese, For You.


EP 2: “YOU CAN CALL ME IDOL


Dover portare qualcosa di nuovo sul tavolo è sempre una sfida, anche per i BTS. Questo episodio volge una luce su quanto sia difficile per i ragazzi accettare il fatto di non essere in grado di esibirsi al loro meglio.

Viene mostrata una breve clip di Taehyung che sfoggia le sue abilità liriche mentre Namjoon cerca di fare lo stesso, facendo finire il gruppo tra le risate.


Jin parla di quanto sia inevitabile per i BTS cadere in una routine, ma la sua preoccupazione si rivolge verso gli ARMY che magari, assistendo a più concerti, potrebbero “sentirsi a loro agio anziché emozionarsi guardandolo sul palco”. Ciononostante, non ha nulla di cui preoccuparsi, dato che gli ARMY hanno mostrato più e più volte quanto si siano goduti ogni singolo concerto, anche uno dopo l’altro.


Abbiamo anche visto una gran parte del processo creativo del singolo di Jimin, Promise, mentre si occupava di finire il testo con Namjoon. Jimin ha anche imparato una nuova espressione dal suo leader, “One gun”, che assume il significato di “farcela al primo colpo” o semplicemente “ottimo lavoro”.


Sulla strada per andare in hotel, Taehyung condivide con Hoseok la sua canzone, Scenery, e ci dice quanto sia stato supportato e ispirato verso la scrittura delle canzoni.


“Quando le cose si fanno dure per un solo membro, il resto del gruppo può vederlo e provarlo. Se finissimo in crisi, questo potrebbe rendere le cose difficili per tutti i membri. Credo che sia uno svantaggio dell’essere un gruppo”, afferma Yoongi verso la fine dell’episodio. Il suo messaggio è estremamente sentito e dà ancora più evidenza a quanto i BTS siano una vera famiglia.


EP 3: “WAY TO WORK”


Questo episodio sottolinea il distacco dei BTS dalle loro responsabilità e il loro lavoro di squadra necessario a superare le sfide.

Jungkook inizia i suoi giorni valutando il modo in cui si sveglia, dicendo che se fatica aprire gli occhi al buio dopo il risveglio, la sua giornata sarà piena di stanchezza. Condivide questo pensiero in macchina, diretto all'aeroporto con Jin e i membri dello staff.


In questo episodio Jimin finisce anche di registrare Promise. Dopo sette mesi di registrazione, scrittura, produzione ed editing, è finalmente fatta. Condivide la propria emozione e le proprie preoccupazioni riguardo il rilascio della canzone agli ARMY.


Viene mostrato Taehyung alle prese con le registrazioni in studio e gli spettatori riescono a vedere il suo duro lavoro da come viene diretto, da come sia capace di correggere gli errori e di recuperare dai feedback che gli vengono dati. Ha anche portato il suo amore per la fotografia nella canzone e ha incorporato i suoni del vento e dei clic. Questa scena è da non perdere per gli ARMY interessati a come si svolgono le registrazioni e la produzione delle canzoni dei BTS!


Arrivati ad Hong Kong, Yoongi riflette sul suo rapporto di odio e amore con la musica, rivelando che “Se dovessi immaginare me stesso non esibendomi o facendo musica, credo che la mia vita davvero non avrebbe un senso”. Quando gli viene chiesto come si senta durante i concerti, risponde con la consapevolezza di essere amato dai fan che sono presenti. Nonostante sia spaventato dalle grandi folle, questa paura svanisce durante il concerto perché sa che gli ARMY sono lì per supportare lui e i membri.


Anche Jin dà la sua risposta, affermando che “quando si ritrovano a tornare in hotel dopo uno show, è il momento in cui si sente più vuoto”.


“Alcune persone scalano le montagne da soli, mentre altri le scalano insieme. Noi le scaliamo tutti insieme”, dice Taehyung, spiegando la sua visione dei BTS come cantanti.


EP 4: “SPEAK YOURSELF


Semplicemente andando avanti, piuttosto che preoccuparsi.

Questo episodio riguarda interamente la riflessione sul tour negli stadi.


Cosa significa per te questo tour?

“Questo è solo l’inizio”, ha risposto Jungkook.


Parlando del tour, mentre volevano conservare lo slancio per gli ARMY, dal momento che il "Love Yourself: Speak Yourself World Tour" era un bis del loro tour precedente, Yoongi sottolinea l'importanza di cambiare l'intero piano per mantenere vivo il divertimento del concerto. In questo episodio, gli spettatori ottengono anche la spiegazione di cosa si celi dietro la scena della porta nella performance solista di Seesaw: “Lo staff pensava che il suono fosse quello di una porta che si chiude, ma