Our Recent Posts

Archive

Tags

UN HOBIPALOOZA DA RICORDARE PER HANGSANG (SEMPRE)

Quando si vive un’esperienza che cambia la vita, ci sono persone che non possono fare a meno di parlare e altre che rimangono senza parole. Gli ARMY si sono trovati a reagire o in modo o nell’altro, dopo aver vissuto l’esibizione da headliner di j-hope al Lollapalooza il 31 luglio 2022 (CDT), ma ognuno di noi ha potuto concordare su una cosa: la nostra vita non sarebbe mai più stata la stessa. Dalla scaletta e l’esecuzione fino al pubblico, l’Hobipalooza è stato indiscutibilmente un evento storico.


L’esibizione di j-hope ha segnato un incredibile numero di record, in quanto primo artista coreano ad esibirsi come headliner a uno dei grandi festival musicali statunitensi e in quanto artista che ha venduto più biglietti nell’intera storia del Lollapalooza. È stato anche il primo debutto in concerto con un album solista per un membro dei BTS, nonché la prima esibizione live da quando il gruppo ha annunciato che si sarebbe concentrato su progetti solisti. Su VLive, j-hope si è aperto riguardo il livello di tensione che ha provato, ma in un’intervista a MTV, ha detto che, durante la preparazione, “anche l’ansia [faceva] parte del divertimento”.


Gli ARMY si sono preparati per l’esibizione in diversi modi. Alcuni sono andati solo per vedere l’esibizione di j-hope durata un’ora e dieci minuti, altri hanno partecipato anche all’esibizione del giorno prima dei TXT (e tra questi c’era anche Jimin, arrivato già sabato per sostenere j-hope), e altri ancora si sono goduti l’intero festival. Una parte delle persone arrivate in anticipo ha occupato i posti vicino al palco in vista dell’esibizione del nostro artista, accampandosi fino a 12 ore. Indipendentemente dall’orario d’arrivo degli ARMY, domenica sera era ormai popolata da una miriade di Mang, t-shirt di Arson e ARMY Bomb. Per molti ARMY che non sono stati in grado di prendere biglietti per le location relativamente più piccole del “Permission to Dance Tour”, l’Hobipalooza è stata una prima entusiasmante esibizione in stile BTS.


Vedere gli ARMY guardare l’esibizione di The Kid Laroi, precedente a quella di j-hope, ha evidenziato quanto particolare sia il nostro fandom. Invece di spingersi a vicenda, gli ARMY si sono assicurati che tutti si sentissero a loro agio e hanno iniziato conversazioni con nuove conoscenze. Sebbene ai bambini non sia permesso di partecipare al Lollapalooza, la natura intergenerazionale degli ARMY era palpabile: molti fan di mezza età hanno partecipato al festival noto per essere tipico degli adolescenti e giovani adulti. Inoltre, la maggior parte del pubblico che ha lasciato il festival dopo l’esibizione di Laroi sembrava essere maschile, che va a dimostrare l’importanza degli ARMY in quanto comunità principalmente femminile. Questo è stato messo in evidenza dai commenti offensivi nei confronti di j-hope mentre se ne stavano andando, dimostrando tristemente la marginalizzazione e odio persistenti che i BTS e gli ARMY devono ancora affrontare. In risposta, gli ARMY hanno semplicemente portato la loro attenzione all’evento principale.

In una mossa senza precedenti, ad introdurre j-hope è stato lo stesso sindaco di Chicago. Le voci dell’enorme pubblico erano assordanti quando il testo della Intro di Jack In The Box è comparso sullo schermo, seguita dall’apparizione di j-hope, saltato fuori da una gigantesca scatola posta sul palco.


Vestito tutto di nero con una larga maglietta a brangelli e pantaloni Louis Vuitton, j-hope non ha perso tempo per aprire lo show con MORE. Nel corso della prima ora, era chiaro che il pubblico stesse guardando una versione di j-hope mai vista prima. Il suo trucco era leggero e al posto delle coreografie intense tipiche dei BTS, abbiamo assistito a head-banging, rap più diretto e più parolacce di quante non ne avessimo mai sentite prima dette da lui (per la gioia dei fan). Mischiando canzoni nuove come Pandora’s Box con canzoni più dark come Base Line di Hope World, j-hope ha portato il pubblico in un viaggio attraverso la sua discografia che ha incluso anche il suo verso del Cypher Pt. 1 dei BTS per “tutti gli ARMY di vecchia data”.

A concludere la parte delle canzoni vigorose è stata 항상 (HANGSANG), esibita con movimenti lisci e minimalisti tra le urla assordanti del pubblico. Ha seguito la parte con canzoni socialmente conscie: P.O.P (Piece Of Peace), = (Equal Sign) e STOP, che, attraverso la traduzione dei testi nello schermo, hanno enfatizzato l’importanza dell’agire contro la discriminazione.


Successivamente, j-hope ha mostrato il suo lato più calmo e introspettivo con Blue Side e Safety Zone, che affrontano le sue insicurezze personali. In un momento commovente, j-hope, mentre cantava “Dov’è la mia zona di sicurezza? Fammi sapere se lo sai”, ha indicato Jimin come per riconoscere che Jimin è parte del suo conforto e supporto.

Per contraccambiare, Jimin ha iniziato a ballare durante la seconda parte, più vivace, per canzoni quali Outro: Ego e Hope World, che ha avuto il suo debutto con una coreografia nuova di zecca. Inoltre, j-hope ha proposto nuove mosse per Dynamite, per la felicità del pubblico che ha cantato ogni singola parola. Mentre un drone filmava oltre centinaia di migliaia di ARMY Bomb brillare, l’Hobipalooza è andato verso la fine con Trivia: Just Dance e il debutto a sorpresa di Chicken Noodle Soup live con Becky G.


Nel mentre che j-hope concludeva il suo concerto con Future tra fuochi d’artificio e grandi applausi, una cosa era ormai assolutamente chiara: il futuro dei BTS e degli ARMY non è certo, ma se Hobipalooza può dirci qualcosa, è che noi continueremo ad andare oltre i limiti e a fare la storia in questo nuovo capitolo dei BTS.


Scritto da: Mariko

Editato da: Dae

Design a cura di: Achan

Tradotto da: adeat

Traduzione editata da: Eleonora e Silvana


ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi sul nostro blog. Non intendiamo violarne i copyright.