top of page

SUCHWITA: UN'ANALISI DEGLI EPISODI 17-18

Pronti a scoprire cosa è successo negli episodi 17 e 18 di Suchwita? Continuate a leggere!



L'ospite di questo episodio è il calciatore della squadra nazionale sudcoreana, Lee Kangin. La prima cosa che ci dice è che passa il tempo allenandosi e mangiando con gli amici. Ha portato con sé del succo d'uva, un drink che beve frequentemente durante le sue vacanze in Corea dato che non gli piace l'aspro sapore degli alcolici. 


SUGA commenta come il mondo dello sport e dello spettacolo siano simili per lui in quanto entrambi vengono giudicati dal pubblico frequentemente con della critica indesiderata. Kangin menziona i momenti difficili affrontati in Spagna; sono momenti che ha superato e con cui è diventato il calciatore di successo che è ora. 


Alla domanda "Come ci si sente a rappresentare la Corea del Sud?", Kangin risponde che fin dalla Coppa del Mondo 2022, si sente incredibilmente spronato a battere le altre nazioni e dimostrare le proprie capacità attraverso la vittoria. Il duo parla successivamente dell'ansia che si prova prima di una partita ed esibizione e come l'affrontano.


Kangin ha partecipato al programma di calcio chiamato Fly Shoot Dori. Poi ci parla del risentimento che prova dopo aver commesso un errore. Per quanto riguarda invece l'ansia che si prova nell'incontrare una celebrità del proprio campo, Kangin e SUGA concordano che possono ignorarla rispettivamente entrando in campo e salendo sul palco concentrandosi sull'essere un giocatore e un artista.


L'episodio continua con Kangin che parla di come siano cambiate le dinamiche e l'atmosfera all'interno della squadra nazionale di calcio negli ultimi vent'anni. Successivamente i due trovano sintonia sul fatto che non sono bravi con i videogame e che finiscono sempre col perdere contro i propri avversari. Il duo poi ricorda il primo allenatore di Kangin, Yoo Sangchul, che sarebbe estremamente orgoglioso di lui e dei suoi risultati.


Kangin crede che la sua filosofia di vita sia di sentirsi prima di tutto soddisfatto del proprio lavoro, altrimenti tutto sarebbe invano. L'episodio si conclude con Kangin che condivide il suo sogno di vincere la Coppa del Mondo ed esprime la sua gratitudine alle persone che lo sostengono.



V è comparso a Suchwita per promuovere il suo album da solista, Layover; ed è l'ultimo membro dei BTS ad apparire nel programma. V porta con sé una bottiglia di vino e l'episodio inizia con dei battibecchi giocosi tra i due.


Quando gli viene chiesto di introdurre la title track Slow Dancing, V la descrive come una canzone piacevole all'ascolto e che rappresenta come si sente rispetto ai BTS. Aggiunge che l'album si concentra sul mostrare il cantante V e che non ha intenzione di fare niente di troppo esuberante. L'atmosfera giocosa continua con V e SUGA che parlano di come il primo sia l’esempio di idol. Il duo sorseggia del succo e del vino mentre ascoltano la traccia successiva dell'album, Love Me Again.


V spiega il processo creativo delle canzoni e dei video musicali. SUGA commenta come ogni canzone trasmette al meglio le sensazioni di calma e conforto che fanno parte di V. Aggiunge che ogni membro ha un genere e dei gusti diversi nella propria musica da solisti e che i loro colori distintivi sono evidenti persino quando sono insieme. Quando gli viene chiesto dell'influenza che il jazz ha nella sua vita, V risponde che è una fonte di incoraggiamento. Dato che ha imparato il sassofono per l'ammissione all'università, ha iniziato a sviluppare un'affinità per il genere.


SUGA e V portano l'energia dell'episodio ad un livello successivo ricordando Bon Voyage nelle Hawaii. Si ricordano dei momenti passati lì e di come si sentivano l’uno nei confronti dell'altro in quel periodo. Poi passano all'episodio di Run BTS! in cui erano nuovamente partner e hanno dovuto fare il limbo insieme. Si fanno i complimenti a vicenda per la loro presenza scenica che continuamente riesce a catturare i cuori degli ARMY. 


Successivamente, V parla del periodo in cui si è sentito molto vulnerabile nel 2018, quando si è sentito stremato. Sebbene ora possano ricordare il passato con calma, si è trattato di un periodo difficile per loro come band. Outro: Tear è una canzone del periodo dedicata ai membri per darsi speranza. Quando gli è stato chiesto a quale momento della sua vita vorrebbe ritornare, V ha scelto il 2018 per confortare se stesso nel passato. L'episodio finisce con V che firma la bottiglia di vino.


Restate con noi per leggere riguardo i prossimi episodi di Suchwita!


Scritto da: Pluto

Editato da: Ren

Design a cura di: Achan

Tradotto da: adeat

Traduzione editata da: Eleonora e Silvana


ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi sul nostro blog. Non intendiamo violarne i copyright.


Comments


bottom of page