Our Recent Posts

Archive

Tags

  • ARMY MAGAZINE

RUN BTS! EPISODI 114-119 RISATE SENZA FINE E DIVERTIMENTO A TUTTO SPIANO

Bentornati ARMY, speriamo stiate tutti bene! Nella scaletta di oggi, ci uniamo nuovamente ai BTS nelle loro fantastiche avventure attraverso un riassunto di Run BTS! dall’episodio 114 al 119. Let’s get it!


Gamers vs “Gamers” (episodi 114-115)


In questi episodi, troviamo i BTS all’arena dei videogiochi di Seoul, in compagnia dei T1, la squadra di e-sport coreana. Elettrizzati dalla presenza di questi ospiti speciali, i BTS ce l’hanno messa tutta per mettere i T1 a proprio agio. Per rompere il ghiaccio, hanno eseguito un gioco in cui dovevano tenere il ritmo e dire il proprio nome quando chiamati. I BTS poi, nel gioco successivo, hanno dato sfoggio delle loro impeccabili abilità a sasso carta forbice.

Il vincitore doveva mettere a segno dei colpi con un martello giocattolo ai danni del perdente, il quale doveva cercare di proteggersi da tali attacchi. RM lo ha preso in giro dicendo che ha riflessi lenti, così SUGA si è impegnato a dimostrare la sua agilità, ma ha perso poco dopo. Prima di iniziare finalmente a giocare, hanno cantato Boy With Luv e IDOL divisi in squadre.


Finalmente, dopo essersi divisi in squadre composte dai membri dei BTS e dei T1, hanno giocato a “League of Legends”, a cui i T1 giocano professionalmente. Tuttavia, ciò non ha scoraggiato minimamente i BTS, dato che si sono divertiti ad attaccarsi a vicenda. Nel gioco seguente dovevano fingere di essere degli scatoloni e si dovevano distruggere a vicenda. Hanno poi giocato all’iconico “Gang Beasts”, in cui si sono divertiti un mondo ad eliminarsi e spingersi tra di loro. Per terminare l’episodio si sono sfidati a “Fall Guys” e hanno mangiato pizza mentre parlavano di quanto si fossero divertiti.


Chilling with BTS (episodi 116-117)


Forse questo è stato un episodio più rilassante per i BTS, in cui si sono riposati e hanno giocato. Ogni 30 minuti dovevano completare delle missioni in modo da guadagnare del tempo libero, e superare 5 missioni su 16 per poter andare a casa. Prima di iniziare, RM e Jimin si sono presentati con addosso degli improponibili pantaloni di un pigiama e gomusin (calzature di gomma di stampo tradizionale), come penalità per aver perso in un precedente episodio. Durante le pause i ragazzi hanno cantato, si sono sfidati al canestro elettronico, hanno giocato ai videogiochi e mangiato snack. La prima missione era un classico gioco di telepatia, seguito da salto della corda di gruppo in cui dovevano eseguire complessivamente 50 doppi salti in meno di 5 minuti. Sono riusciti a superare facilmente queste missioni, ma hanno perso ad una partita di tennis di gruppo.


Con tre missioni rimaste per poter andare a casa, i ragazzi erano più motivati che mai. In una delle sfide, dovevano indovinare e mimare delle strofe di canzoni, il che si è dimostrato non essere proprio facile. In preda alla disperazione, Jin ha dichiarato che in caso di vittoria avrebbe terminato uno dei giochi che aveva iniziato durante una delle pause. Sfortunatamente per lui, gli sforzi di squadra e le geniali abilità di SUGA nell’indovinare hanno fatto sì che vincessero la missione. I ragazzi hanno poi giocato a rimuovere una tovaglia senza far cadere le bottiglie posizionate sopra. Durante i vari tentativi, le bottiglie continuavano a cadere, ricordando a Jimin il bowling e facendo ridere di gusto j-hope. Grazie poi al loro ritmo e alla voglia di tornare a casa, hanno potuto fare ritorno prima del previsto. Tutti tranne Jin, che è rimasto a finire il gioco, come aveva promesso.


Photo story (episodi 118-119)


Per prima cosa, Jimin e Jungkook hanno subito la punizione per aver perso nell’episodio a tema scolastico, e dunque hanno dovuto indossare delle buffe magliette. I BTS poi hanno girovagato dentro ad un café, raccogliendo biglietti adesivi con su scritte parole chiave di “chi”, “cosa”, “dove” e “come”. L’idea era di abbinare queste parole per formare delle frasi come “i BTS fanno dei cuori in un angolo con delle espressioni adorabili” per poi scattare delle foto delle proprie frasi. Sette foglietti con altrettante frasi complete erano stati nascosti in giro, ma Jimin non ha avuto difficoltà nel recuperarli. I ragazzi si sono divertiti ad intercettarsi all’interno dell’enorme locale, tanto quanto hanno cercato di evitare di fare le foto. SUGA ha tentato di evitare tutti, dando così noia al resto dei membri.


Nella seconda parte, hanno dato sfoggio delle loro foto e valutate per vedere se si meritassero dei punti. Ciò ha fatto emergere il lato più puntiglioso dei ragazzi, dato che nessun errore, seppur piccolo, è passato inosservato. Dopo tutta quella pignoleria, lo staff ha rivelato che c’era una spia tra di loro, la cui missione era di comparire in più foto possibili senza che nessuno se ne accorgesse. Di colpo tutta la fiducia del gruppo ha iniziato a vacillare, dato che tutti erano sospettati. Jin si è rivelato essere la spia, causando così un crollo a Jungkook, che pensava di aver perso dopo aver realizzato che il suo hyung compariva in ogni sua foto. Assicuratevi di dare un’occhiata al colpo di scena!


E questo è tutto per il nostro riassunto! Speriamo vi siate divertiti, e se volete, andate a leggere gli altri nostri riassunti (per ora disponibili solo in inglese): "Running with BTS"; "Blood Sweat and Tears… of Laughter!"; "The Secret of Happiness in a Happy Mess"; "A Promise, Together Forever"; “7 Princes fighting for the Crown in the Kingdom of Entertainment”; “Brought to you by the national embassy of laughter” e BTS Becomes Gamers, Voice Actors, Detectives, and Students.


Scritto da: Alice

Editato da: ren

Design a cura di: Leslie

Tradotto da: Jess93

Traduzione editata da: Monica & Eleonora


ARMY Magazine non possiede nessuna delle foto e dei video condivisi nel nostro blog. Non intendiamo violarne il copyright.