Our Recent Posts

Archive

Tags

RUN BTS! 3ª STAGIONE – PARTE 1, EPISODI 57-76: IL SEGRETO DELLA FELICITÀ IN UN CAOS FELICE

5 mesi e 9 giorni. Ecco quanto hanno dovuto aspettare gli ARMY per la terza stagione di Run BTS!. Potremmo dire che “le cose belle arrivano a chi sa aspettare”. E potrebbe anche essere vero, considerando che questa stagione è semplicemente esilarante, ricca di sorprese e…beh, di caos. Non è una novità, per i BTS.


Lo staff sa come tenere occupati i ragazzi


Lo staff dei BTS, sempre creativo, sembra aver da tempo bandito dal dizionario dei ragazzi e degli ARMY la parola “noia”. Specie quando si parla delle (non pervenute) abilità culinarie della band. Divisi in tre squadre, i ragazzi hanno inaugurato la nuova stagione con delle lezioni di cucina, della durata di un’ora, insieme ad uno chef. Sono riusciti a preparare delle meringhe e addirittura dei piatti di pasta e carne commestibili, nonostante il loro modo tutto particolare di seguire le ricette. Jimin e V hanno ricevuto la prima penalità della stagione: hanno dovuto pulire la cucina e preparare delle bibite (salate) per i membri.



In un manga cafè, ai BTS è stato chiesto di scegliere i loro manga preferiti e portare a termine diversi giochi, sempre a tema manga. Durante questi episodi, i premi in palio erano cibo e snack. E sappiamo benissimo che il cibo trasforma i ragazzi in allegri campeggiatori e giocatori agguerriti al tempo stesso.

Gli snack sono rimasti argomenti d’interesse anche durante gli episodi ambientati in una sauna. Ma prima, i ragazzi hanno dovuto portare a termine delle missioni. Hanno gareggiato per scoprire chi di loro ha le dita più forzute e hanno bevuto bibite alquanto strane. E per aggiungere un po’ di pepe, hanno anche dovuto risolvere dei giochi di parole coreani dentro la sauna e hanno giocato ad un’elaborata versione di sasso-carta-forbice che comprendeva ciotole d’acqua. Sapete cosa succede quando i BTS giocano con l’acqua? Finiscono bagnati fradici. Come mai la cosa non ci sorprende?



Si torna a scuola


La terza stagione ha regalato agli ARMY un viaggio nei ricordi, coi BTS in uniforme scolastica…non che qualcuno si sia lamentato di questo ritorno di stile, ma il vero pezzo forte di questi episodi non erano le uniformi (oddio, dipende…). Divisi in due squadre, i membri hanno seguito il professor SUGA, che li ha invitati a scegliere il loro rappresentante di classe, a suonare una canzone usando delle campanelle e ha messo alla prova il loro senso dell’equilibrio in giochi da lezione di Educazione Fisica. Il loro giorno di scuola si è concluso con un dibattito sull’ormai iconica questione “gelato menta e cioccolato: sì o no?” Per ogni membro sono state scelte in anticipo due parole proibite, se il membro in questione ne avesse accidentalmente pronunciata una, si sarebbe beccato uno spruzzo d’acqua in faccia. Inutile dire che tutti quanti – in particolare j-hope, che proprio non riusciva a capire quali fossero le sue parole proibite – sono finiti zuppi, per somma gioia di milioni di ARMY.



Vita da hotel


Abbiamo tutti visto le foto o i meme dei BTS seduti sul pavimento delle stanze d’hotel con addosso simpatici cappelli a coniglietto o intenti a rotolarsi sulla moquette nel tentativo di risolvere complicati quiz, non è vero, ARMY? Per chi di voi non ne fosse a conoscenza, alcuni di questi momenti vengono dalla terza stagione di Run BTS!, filmata durante il tour Love Yourself. Tra due concerti, Jin ha vinto ad Halli Galli, mentre V e Jimin hanno perso a Heart Pang, un gioco da tavolo fatto su misura per loro. Perdere implica una punizione, naturalmente – in questo caso, V e Jimin sono stati costretti ad indossare delle t-shirt veramente imbarazzanti in aeroporto. Hanno anche giocato a Lupus in fabula, una delle peggiori, e tuttavia divertenti, cause di tradimenti e mancanza di fiducia tra i membri.


BTS in Canada: Maple of the Soul


(Chissà se Jin sarebbe fiero di questo gioco di parole…) Durante il tour, i BTS hanno passato alcuni giorni in Canada, dove hanno visitato le Cascate del Niagara. I membri hanno giocato a gara di sguardi con la telecamera, hanno fatto la spesa al supermercato per preparare un piatto occidentale e hanno comprato un po’ di vestiti pesanti. Arrivati alla pensione, si sono divertiti a scegliere le camere da letto, salvo poi finire schiacciati come sardine in due stanze minuscole. I ragazzi hanno anche migliorato la loro conoscenza delle capitali del mondo, dopo una serie di tentativi fallimentari, ma esilaranti. Impossibile dimenticare che, stando a Jin, la capitale del Belgio (Bruxelles) è “Waffle”! Hanno gareggiato con dei tappi di bottiglia e sono stati costretti a svegliarsi presto per dimostrare di conoscere a menadito alcune delle loro canzoni. E per finire, i perdenti hanno terminato la punizione nelle fredde acque del Lago Ontario.



Un drama tutto per sé


Qualche settimana dopo, sono andati in onda quattro episodi dedicati alle riprese e alla produzione di una sitcom targata BTS. Ogni membro aveva un ruolo e una missione come membro dello staff: Jungkook era addetto al ciak, RM era responsabile del benessere psicologico dello staff e SUGA era l’uomo snack. Le riprese hanno regalato momenti indimenticabili, come Jungkook che si carica sulla spalla Jin l’attrezzista o l’addetto allo stand-by e timer Jimin, che finge di essersi addormentato sul pavimento della cucina. Dobbiamo davvero parlare di j-hope lo stilista che scoppia a ridere ogni volta che la situazione richiede massima serietà? A fine riprese, gli ARMY e i BTS hanno potuto ammirare il risultato finale, e il minimo che possiamo dirvi è che come attori i BTS hanno talento per regalare sorrisi!



E per finire, prendiamo in prestito le parole del regista V, “...STOP!”

Ma non preoccupatevi, la seconda parte del riassunto della terza stagione di Run BTS! arriverà presto! Continuate a seguirci e raccontateci quali sono i vostri momenti preferiti di questa stagione, ARMY!


Scritto da: Hel. B Editato da: Lisa K. e Marcie Design a cura di: Achan Tradotto da: Monica Traduzione editata da: Nas & Eleonora


ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi sul nostro blog. Non intendiamo violarne i copyright.