top of page

MAP OF THE SOUL: 7 ~ THE JOURNEY ~ L’ANALISI


Journey (sostantivo): viaggio, l’atto di viaggiare da un posto all’altro.

Nella vita intraprendiamo molti viaggi, e non sempre per nostra iniziativa. A volte le destinazioni gravano su di noi o sono estenuanti, ma il percorso per arrivarci può portare con sé molta felicità.


Luglio è stato un mese entusiasmante per noi ARMY grazie al comeback giapponese di Map of the Soul: 7 ~ The Journey. L’album in studio comprende cinque canzoni inedite – Intro: Calling, OUTRO: The Journey, Lights, Stay Gold e Your Eyes Tell – e un totale di tredici canzoni, includendo le versioni giapponesi di IDOL, Airplane pt. 2, FAKE LOVE, Black Swan, ON, Dionysus, Make It Right e Boy With Luv. A seconda della versione, l’album include anche i video musicali di alcune canzoni.


Questo album riflette sul viaggio che i BTS hanno intrapreso fin dal loro debutto nel 2013. Esprime tutte le loro difficoltà, sfide e successi. Ora i membri hanno trovato loro stessi al punto da poter orgogliosamente dire “Love Yourself”, ama te stesso, ma stanno ancora cercando la “risposta a questo viaggio senza fine”.


Intro: Calling è la prima traccia che contiene le voci distorte di Stay Gold e, prima di trasformarsi in un qualcosa di più dolce e lo-fi, ci accoglie con dei vocalizzi e suoni rilassanti.


Ci viene poi presentata Stay Gold dalla voce di Jungkook che canta delicatamente nelle nostre orecchie “In a world where you feel cold, you gotta stay gold. Oh, baby”. In un'intervista è stato chiesto ai ragazzi quale fosse il miglior momento per ascoltare la canzone. Jungkook ha risposto “di mattina”, ma secondo Jimin, le confortanti voci dei membri cullerebbero così dolcemente gli ARMY da farli addormentare nuovamente. Stay Gold è stata scelta come brano principale per la colonna sonora della serie giapponese “Rasen No Meijyuu-DNA Kagaku Sousa (Spiral Labyrinth–DNA Forensic Investigation). La canzone vuole esprimere che “nonostante a volte possiamo essere immersi nell’oscurità, bisogna continuare a guardare avanti, perché ci aspettano dei giorni pieni di luce”.


A seguire, Lights. Canzone del 2019, gli ARMY sono rimasti sorpresi quando è stato rilasciato il suo video musicale a mezzanotte coreana del 3 luglio. Il video ha ora 82 milioni di visualizzazioni sul canale YouTube della UNIVERSAL MUSIC JAPAN, “Mi sento impotente in questo momento. Ma sento comunque di poter aiutare qualcuno. Sento la tua voce tra il rumore. Il tempo si ferma. Siamo connessi dal suono”. Il testo è un viaggio in sé. Raffigura il senso di stanchezza e impotenza, senza volersi comunque fermare per via dell’aiuto e della pace che offrono agli altri.


I BTS hanno presentato la loro ultima canzone, Your Eyes Tell, esibendosi live per le tv giapponesi. La canzone doveva inizialmente far parte del mixtape di Jungkook, ma alla fine è stata scelta per la colonna sonora del film giapponese omonimo che verrà rilasciato ad ottobre. Così la canzone è stata inclusa nell’album Map of the Soul: 7 ~ The Journey. I membri hanno potuto dimostrare la loro estensione artistica con note straordinariamente alte che si complementano ai confortanti rap che diventano delle dolci che diventano delle dolci suppliche in cerca d’amore. “Perché così tante lacrime? – Hey, resta al mio fianco e ridi – Un futuro senza di te sarebbe un mondo incolore – Monocromo e freddo. Persino l’oscurità di fronte a noi è così bella. Ti prego, fidati di me, guardo solamente te per non farti andar via”.


OUTRO: The Journey è più divertente e vivace, se la confrontiamo con i toni malinconici di Your Eyes Tell. Sia l’intro che l’outro durano poco meno di due minuti, ma fanno comunque il loro lavoro: una introduce l’album e la trama del disco, mentre l’altra finisce il tutto con cura e in bellezza.


Nel suo complesso, Map of the Soul: 7 ~ The Journey ~ è un altro magnifico album dei BTS. Con l’atmosfera rilassante espressa dalle nuove canzoni che ci riempiono d’amore e con i remake di quelle già rilasciate, che sono entusiasmanti quanto le originali, c’è qualcosa di piacevole per chiunque!


Borahae, ARMY!



Scritto da: Brianna

Editato da: LJ

Tradotto da: adeat


ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi sul nostro blog. Non intendiamo violarne i copyright.


bottom of page