Our Recent Posts

Archive

Tags

  • ARMY MAGAZINE

LIGHT IT UP… I BTS ILLUMINANO I GRAMMY!

Ogni ARMY sa che esibirsi ai Grammy è sempre stato uno dei sogni dei BTS, un sogno che i ragazzi hanno menzionato quasi ad ogni intervista. In una di queste, RM ha detto all Esquire Magazine che equivarrebbe alla tappa finale del loro “percorso americano”. Così, quando quel sogno, che sembrava irraggiungibile, era finalmente alle loro porte, l’emozione dei BTS e degli ARMY ha raggiunto le stelle.


Gli ARMY non potevano contenere il proprio orgoglio. I BTS non erano solamente la prima band coreana ad esibirsi in questa illustre cerimonia di premiazione, erano anche la prima band coreana ad essere nominata in una categoria principale, Best Pop Duo/Group Performance. Vedere i BTS tra i pezzi grossi del pop come Taylor Swift, Justin Bieber, Ariana Grande e Lady Gaga, per gli ARMY è stata come una conferma sul fatto che i ragazzi stavano raccogliendo il ben meritato frutto del proprio lavoro.


La notte tra il 14 e il 15 Marzo (KST), ARMY Twitter ha preso fuoco dall’emozione. Ogni timeline era strapiena di amore per i BTS. Ognuno stava certamente aspettando la pre-cerimonia dei Grammy in cui si sarebbe annunciato chi avrebbe vinto il Grammy per Best Pop Duo/Group Performance.


Quello che gli ARMY non si aspettavano – sebbene avrebbero potuto – era che i BTS stessero aspettando insieme a loro. RM è apparso su Weverse chiedendo “Sto tremando?..”, facendoci sapere che era sveglio e nervoso tanto quanto noi. Poco dopo, è comparso anche j-hope, ponendo la stessa domanda: “Sto tremando anche io?”. Avere i ragazzi al proprio fianco ha elevato la già elettrizzata emozione nell’aria.


Il respiro spezzato di ogni ARMY si poteva percepire su tutto internet quando le parole Best Pop Duo/Group Performance sono comparse finalmente sul loro schermo. Il momento era ormai giunto. Eppure, quando è stato annunciato il nome delle vincitrici, fra gli ARMY non c’era un briciolo di tristezza. Certo, la delusione rimaneva, ma ciò che pulsava in ogni tweet, in ogni menzione che accompagnava gli hashtag #LightItUpBTS e #BTSOurGreatestPrize, era il puro orgoglio che provavano gli ARMY per ciò che i ragazzi avevano compiuto.


Il fatto è che i BTS sono e saranno sempre i vincitori. Un gruppo coreano che nessuno aveva previsto, che canta principalmente in coreano e che, ciononostante, domina sul più grande mercato musicale, stando faccia a faccia con i nomi più grandi dell’industria. Hanno superato record tenuti da leggende e continuano il loro viaggio, diventando loro stessi delle leggende a modo loro. Non aver vinto il Grammy questa volta è diventato un nuovo obiettivo su cui lavorare per i BTS e gli ARMY.


Più tardi, quando i ragazzi hanno postato la loro reazione all’annuncio, gli ARMY si sono resi conto che decidere di amare queste sette persone è stata la decisione giusta. Ciò che gli ARMY desiderano di più al mondo è vedere i BTS ottenere ciò che meritano, perciò una fitta di delusione era comunque presente. Ma la nottata era ben lungi dall’essere conclusa: gli ARMY aspettavano con ansia quella che sarebbe stata un’esplosiva performance di Dynamite... e sì, il gioco di parole è ben inteso.


Date un palco ai BTS e questo diverrà di loro proprietà, e caspita, se non è stato così anche questa volta. Senza mezzi termini, i BTS sono stati il clou dei Grammy. Si sono esibiti in una di quelle performance che si vedono solo una volta nella vita, facendo risplendere la notte con un po’ di funk and soul.


Dalla Corea del Sud, su una riproduzione del palco dei Grammy, i ragazzi si sono esibiti con Dynamite, la loro canzone di successo nominata quella stessa sera, mettendo su una performance mozzafiato che verrà ricordata con un dolce sorriso negli anni a venire. Ad intensificare l’esibizione sono stati la coreografia sincronizzata e i vocalizzi dal vivo perfetti, che gli hanno fatto ottenere una proposta di matrimonio da parte del gruppo HAIM.


In una nottata impregnata dalla distanza sociale e più di un’esibizione che emanava tristezza, il palcoscenico dei BTS ha portato una vera e propria carica di adrenalina, ciò di cui avevano bisogno i Grammy. I ragazzi indossavano dei completi brillanti e colorati, tanto da incantare il pubblico e, per un paio di minuti, hanno dato la possibilità agli spettatori di sorridere, di perdersi nella musica e dimenticarsi della pandemia che imperversa al di fuori.


Ma è stato dopo lo show, dopo le luci, lo sfarzo e il lussuoso palco che i BTS hanno brillato più che mai. Consapevoli della delusione degli ARMY, i nostri ragazzi con occhi stanchi e sonnolenti sono andati su VLive e sui social per consolare e incoraggiare i loro fan. Jimin ci ha ringraziato per l’esperienza, j-hope ci ha ricordato che la corsa non è ancora terminata e SUGA, il Nostradamus dei BTS, ci ha dato speranza: “Sicuramente alla prossima!”


I BTS potrebbero non essersi portati a casa un Grammy (quest’anno) ma, agli occhi di chiunque abbia visto la cerimonia, sono stati i grandi vincitori della serata. Se gli ARMY potessero inviare un messaggio ai BTS, sicuramente direbbero: BTS, voi siete il nostro premio più grande, e questo momento ai Grammy è solo l’inizio.



Scritto da: Lisa

Editato da: Sanam

Design a cura di: Rei

Tradotto da: adeat

Traduzione editata da: Nas e Natasha

ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi sul nostro blog. Non intendiamo violarne i copyright.


©2020 by ARMY Magazine