Our Recent Posts

Archive

Tags

  • ARMY MAGAZINE

BTS, THE BEST (OF) PT.1 - 2013 LA NASCITA DEI BANGTAN

Con la conclusione della FESTA, siamo ufficialmente entrati nel nostro nono anno con i BTS. Concediamoci quindi un viaggio nei ricordi, partendo da dove tutto è cominciato: il 2013. Un anno pieno di emozioni e prime esperienze per i Bangtan Boys appena debuttati. Siete pronti per rivedere insieme i traguardi più preziosi di quell’anno, ARMY? Preparate i fazzoletti e incamminiamoci sulla strada che i BTS hanno lentamente ma inesorabilmente spianato!


Bangtan Logs e Rilasci Pre-Debutto


I BTS hanno iniziato a fare la storia prima ancora del loro debutto. Per mesi, si sono dati il turno nel pubblicare vlog personali su Youtube, condividendo i loro pensieri da trainee. Molti di questi vertevano sulle loro difficoltà e le domande che si ponevano sulla carriera che stavano per intraprendere e loro scelte di vita, altri invece erano caos puro in cui mostravano le loro vivaci personalità - come la loro personale versione di “Harlem Shake” o il loro vlog di gruppo a maggio.


Durante quel periodo, i fan hanno anche potuto godere di alcune canzoni delle loro subunit, come School of Tears e Adult Child, che lasciavano intravedere la qualità del loro rap, della vocalità e delle loro fiorenti doti artistiche. Poco prima del rilascio delle foto del diploma delle medie di Jungkook, abbiamo anche ricevuto da lui, j-hope e Jimin la canzone Graduation Song. Riuscite a credere che il bellissimo e talentuoso uomo del 2021 era una volta quel piccolo, adorabile maknae?



Sorpresa!


Parlando di talento, Taehyung ne è rimasto uno nascosto così a lungo da pensare di essere stato tagliato fuori dal gruppo. La sconcertante quanto furba strategia è stata ideata da Bang Sihyuk, il quale aveva visto in V delle caratteristiche particolari che avrebbero potuto innalzare ancora l’entusiasmo per il debutto dei BTS, una volta che fosse stato rivelato al pubblico come membro nascosto. Per quanto la sua schiena aveva già avuto il suo momento di gloria - in anonimo - in uno dei tweet di Jimin, Taehyung ha fatto la sua prima, incredibile apparizione su Twitter il 2 di giugno, completando ufficialmente la band con la sua personalità e fascino unici il giorno seguente.



D-Day: 13 giugno, 2013


Dopo essere stati stuzzicati con un criptico trailer di debutto e le primissime foto concept dei BTS - non erano carini il loro aspetto da adolescenti ribelli e il trucco accentuato? - i fan hanno finalmente potuto ascoltare il loro primo album, 2 Cool 4 Skool. Il giorno dopo, l’industria K-pop ha assistito, tramite M Countdown su Mnet, alla nascita di quelli che sarebbero presto diventati delle superstar globali, con il loro singolo No More Dream. Il testo e l’esibizione vigorosa hanno mostrato magnificamente il loro desiderio di raggiungere il successo senza rinunciare alla loro autenticità, cosa a cui abbiamo tutti tenuto fin dall’inizio. Siete ancora tra noi, ARMY?



E il nome del Fandom è…


Gli Adorable Representative(s) MC for Youth (Adorabili Rappresentanti e Portavoce della Gioventù) hanno scoperto il proprio nome sul fancafé dei BTS il 9 luglio. Mentre i BTS, o in coreano 방탄소년단 (che si traduce come “Boyscout a Prova di Proiettile”), miravano a fungere da scudo che proteggesse i giovani dal pregiudizio e da una società eccessivamente esigente, il loro esercito di ARMY non ha mai smesso di supportarli e “reclutare” nuovi membri, espandendo questo legame e rendendolo ancora più significativo. Sapevate che per poco non ci è stato dato il nome Bangwools (che significa letteralmente “campanellini”)? Non siamo sicuri che questo nome avrebbe “risuonato” allo stesso modo!


Rookie King: Channel Bangtan

Il varietà “Rookie King: Channel Bangtan” è stato trasmesso sulla SBS tra settembre ed ottobre 2013, per un totale di otto episodi. Questo degno predecessore di RUN BTS! mostrava i membri mettere in atto parodie di diversi programmi nei vari segmenti: da esilaranti finte pubblicità a scherzi fatti ai membri con telecamere nascoste, a sfide che hanno portato delle punizioni diventate ormai iconiche. Avete mai sentito del bacio tra Taehyung e Hoseok? Visto foto di Namjoon vestito da Sailor Moon? Sono solo un paio di esempi delle implacabili punizioni che i ragazzi hanno dovuto affrontare durante lo show. Ha svelato il loro lato divertente, offrendo al contempo uno squarcio della loro vita al dormitorio, nella sala prove e sul tetto della Big Hit, quando i BTS hanno avuto l’opportunità di urlare le proprie frustrazioni. Un altro momento simbolico è stato il “Bangtan Lotto”, grazie al quale una fortunata ARMY ha ricevuto in regalo un oggetto personale da uno dei membri.


Secondo Album, Primo Comeback


La seconda parte della loro trilogia scolastica, O!RUL8,2?, ha segnato il primo comeback dei BTS, nel settembre 2013. L’album ha raggiunto, con le sue 10 tracce che includono l’apertamente critica N.O, il soddisfacente numero di 34,000 copie fisiche vendute. Con l’attenzione posta sull’ingiustizia con cui la società tratta i giovani, ha inoltre veicolato un messaggio positivo: “devi trovare la tua strada e la felicità prima che sia troppo tardi”. Messaggio che molti di noi sentono vicini ancora oggi.


Il Primo Premio Importante


A novembre, i BTS hanno vinto il premio come Best New Artist of the Year ai MMAs. È stata una conferma per gli ARMY e uno shock per i BTS, i quali non osavano sperare in una vittoria. Il traguardo è stato documentato in uno dei primi BTS Episode rilasciati sul canale BANGTANTV, durante il quale i membri sono impazziti davanti alla telecamera. (Ri)vedere questa gioia indiscussa di otto anni fa è ancora più toccante se si pensa che l’hanno provata ancora e ancora nel corso degli anni, senza mai perdere la spontaneità della prima volta.



Per quanto sarebbe stato difficile, otto anni fa, prevedere la folgorante scalata dei BTS verso la fama mondiale, fin dai primi giorni i fan non hanno mai smesso di credere in loro e hanno costruito, insieme ai ragazzi, una forte amicizia fatta di instancabile dedizione, incessante supporto e fiducia assoluta. Da allora, il gioco di squadra non ha mai smesso di far realizzare il sogno! Quindi continuate a ricoprire di affetto i nostri ragazzi, ARMY! Al prossimo blog.


Scritto da: Helene Editato da: sno Design a cura di: ThornToHisRose Tradotto da: Nas Traduzione editata da: adeat e Monica


ARMY Magazine non detiene i diritti di nessuna delle foto e dei video condivisi nel nostro blog. Non intendiamo violarne il copyright.